Gli italiani su “Cymba” naufragano alla “Transquadra”

Isidoro Santecca e Francesco Piva con il loro Sun Fast 3200 hanno affondato in Atlantico giovedì 2 febbraio dopo aver subito un urto con un oggetto sconosciuto.

I due velisti sono stati recuperati da un equipaggio francese. La loro regata è finita alle ore 5 e 20 del 2 febbraio quando Cymba ha urtato un oggetto che ha causato la rottura del timone e una falla allo scafo. Dopo il mayday con il telefono satellitare, sono stati soccorsi dall’equipaggio francese di “Vagdespoir”, che hanno raggiunto i nostri due superstiti alle 15,00 a circa 500 miglia dalle isole Canarie.

Non hanno subito conseguenze nell’urto e dopo essersi messi in salvo, hanno lasciato affondare la barca. “Cymba“ era una delle tre imbarcazioni italiane impegnate nella seconda tappa, da Madera in Portogallo fino alla Martinica, della “Transquadra”, una competizione per velisti non professionisti riservata agli over 40.

Partecipano alla competizione 29 navigatori solitari e 74 equipaggi in doppio.

Gli italiani su “Cymba” naufragano alla “Transquadra”ultima modifica: 2012-02-12T13:59:40+01:00da snowandsea-2
Reposta per primo quest’articolo